Login

Aktuell: Broillet (Leonardo), A cavallo delle Alpi. Ascese, declini e collaborazioni dei ceti dirigenti tra Ticino e Svizzera centrale (1400-1600), Franco Angeli, 2014.

Expansion suisse vers le duché de Milan (XVe-XVIe siècles)

Attraverso molteplici fonti d’archivio, il volume presenta dettagliate ricostruzioni delle vicende storiche di numerose famiglie locali e confederate, e porta nuova luce sulla comprensione degli intricati rapporti tra i ceti dirigenti che controllavano le attività politiche ed economiche in Ticino nel periodo tra la conquista e l’organizzazione dei baliaggi.

 

 

 

 

Presentazione del volume

Nei secoli XV e XVI, la progressiva espansione confederata nelle terre del Ducato di Milano, che costituiscono l'odierno Canton Ticino, comportò profonde ripercussioni su entrambi i versanti del crinale alpino. La nuova condizione di sudditanza spinse dapprima le élite delle valli settentrionali a tessere complesse e durature relazioni con figure di spicco nell'ambito politico, militare ed economico della Svizzera centrale. In un secondo tempo, anche i ceti dirigenti dei borghi (Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio) dovettero adeguarsi al nuovo governo.
Non poche famiglie e agnazioni riuscirono ad affermarsi grazie alle proprie competenze linguistiche, diplomatiche e commerciali che permisero loro di fungere da intermediari tra i nuovi dominatori, le comunità locali e anche gli ambienti di governo degli Stati italiani. D'altro canto, l'istituzione dei baliaggi ticinesi portò i Confederati germanofoni a confrontarsi intensamente con un contesto economico, culturale e linguistico molto diverso, elaborando nuovi strumenti per il governo, l'amministrazione e la gestione dei loro interessi italiani.
L'Autore, ricorrendo a molteplici fonti d'archivio e a un approccio metodologico comparativo incentrato sul dato genealogico, grazie a dettagliate ricostruzioni delle vicende storiche di numerose famiglie locali e confederate, porta nuova luce sulla comprensione degli intricati rapporti tra i ceti dirigenti che controllavano le attività politiche ed economiche nel periodo a cavallo della conquista e dell'organizzazione dei baliaggi.

Leonardo Broillet (Friburgo, 1978), laureato in Storia medievale presso l'Università degli Studi di Milano, ha conseguito il dottorato presso l'Università di Zurigo. Dal 2010 è vicedirettore dell'Archivio di Stato di Friburgo (Svizzera). I suoi interessi sono rivolti alla genealogia e alla storia economica e sociale; ha pubblicato diversi contributi sui ceti dirigenti e sulla storia della famiglia nell'area prealpina svizzera e lombarda.

 

Indice

Introduzione
Elenco delle abbreviazioni
Storiografi a, definizioni e considerazioni metodologiche
(Lo studio dei ceti dirigenti del Tardo Medioevo e dell'Età moderna; Definizione del ceto dirigente ticinese; Considerazioni sul metodo e sulle fonti)
La presenza transalpina di Confederati della Svizzera centrale durante il Quattrocento e il primo Cinquecento
(Il contesto economico; Il quadro storico e istituzionale nel territorio ticinese tra Quattrocento e Cinquecento; Mercanti e soldati confederati in Lombardia durante il Quattrocento)
Il ceto dirigente confederato nei baliaggi ticinesi
(L'esperimento leventinese degli Urani; Scoprire e imparare la lingua italiana; Iniziare una carriera politica nei baliaggi italiani; Consolidamento della presenza svizzera nel corso del Cinquecento)
I ceti dirigenti ticinesi si adattano al regime confederato
(Il ceto dirigente e la conoscenza del tedesco; Combattere a fi anco degli Svizzeri)
Casi di studio: le famiglie confederate e il Ticino
(La famiglia a Pro di Uri; Il clan dei Lussi di Stans; La famiglia Troger di Uri; La famiglia Mantelli detta von Mentlen)
Casi di studio: l'antico ceto dirigente ticinese e i Confederati
(La famiglia Morosini di Lugano; La famiglia Giudici di Giornico; La famiglia Orelli di Locarno; La famiglia Ghiringhelli di Bellinzona; La famiglia Codeborgo di Bellinzona; La famiglia Franzoni di Cevio)
Casi di studio: ascese sociali cinquecentesche nei baliaggi
(La famiglia Ruginelli di Bellinzona; La rapida ascesa e declino dei Donada di Locarno)
Conclusione - Un rinnovo del ceto dirigente ticinese?
(Il ceto dirigente ticinese prima dell'arrivo degli Svizzeri; Il ceto dirigente nel periodo di transizione; L'euforia del Primo Cinquecento; I Confederati in Ticino: un nuovo ceto dirigente?; Il radicamento locale dei ceti dirigenti ticinesi a fi ne secolo)
Appendice
Tavole
Bibliografia
Indice dei nomi

Source: http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?CodiceLibro=616.16

Tagged under

Letzte Artikeln